Gli algoritmi potranno essere i nostri “datori di lavoro”?

Qual è il rapporto tra nuove tecnologie ed il mondo del diritto del lavoro? Quali sono le implicazioni, opportunità e possibilità offerte dalla I.A., dalla profilazione, a vantaggio del datore di lavoro o dei lavoratori? Fino a che punto si può spingere il datore di lavoro nel controllo dei lavoratori e fino a che punto le tecnologie più pervasive possono andare ad analizzare i comportamenti dei lavoratori?

Siamo state invitate dal Collega Avv. Andrea Lisi a partecipare alla trasmissione Lo ho-BIT, un programma dal medesimo ideato e condotto su MRTV, una webtv indipendente ospitata da Movimento Roosevelt su YouTube.

In particolare, l’Avv. Alessandra Fischetti parlerà delle opportunità e implicazioni della I.A. nella gestione del rapporto di lavoro, con particolare riferimento alle applicazioni della I.A. nel recruiting (algoritmi, chatbot, analisi soft skills, analisi predittive), toccando il tema della verificabilità/non infallibilità degli algoritmi e dei profili di tutela dei dati personali (art. 4 e art. 22 Gdpr, privacy by design e privacy by default).

L’Avv. Paola Gallozzi, invece, partendo dalle possibilità offerte dal progresso tecnologico e dal digitale (compresa l’analisi dei log), affronterà la tematica del necessario contemperamento degli interessi tra datore di lavoro, poteri di controllo (anche in ambito di protezione dati personali) e diritto dei dipendenti.

Potete seguirci e rivedere il nostro intervento qui: Facebook o Youtube

 

Menu

Chiama ora (9-16)

Richiedi appuntamento